Un viaggio che è una scoperta: l’Isola d’Elba

3250547945_42124ea7c7_z

Dicono che ogni viaggio sia una scoperta. Scegliere dove andare, pensare a quando partire, immaginare quello che si vedrà, organizzare i pensieri, ordinare i ricordi. Guardare, annusare, gustare, ascoltare: usare tutto quello che permette di prendere e portare con sé.

È questo, viaggiare: conoscere, scoprire, incontrare. Luoghi e persone; ma anche profumi che ti accarezzano la faccia e venti che ti spettinano i capelli. Odori che ti riempiono il naso e parole belle da sentire. Ma viaggio è anche leggerezza. Partire e lasciarsi andare, farsi trasportare dalla curiosità, muoversi senza troppo pensare a quale sia la direzione giusta in cui andare, perché sai che qualunque sia la strada che sceglierai, ti porterà in un posto bello.

3917723730_ccd07e6476_z

E’ questo, quello che serve, per stare bene: trovare un posto che ti faccia sentire bene. Un posto ricco di quella bellezza che ti colma gli occhi e il cuore, generoso di quei piccoli particolari che riescono a riempire le cose di meraviglia. E poi, un posto ricco di persone, ché sono anche le persone, a fare i posti. Persone da scoprire, come i posti.

Guardare i visi e spiare quello che i loro occhi hanno visto. Osservare i nasi e i profumi che hanno annusato, le orecchie e i suoni che hanno speso minuti ad ascoltare, le bocche con tutte le parole che hanno detto, e quelle non hanno detto mai. Scoprire le persone che sono diventate come il posto da cui provengono le ha fatte diventare. Le piccole rughe vicino agli occhi che si strizzano per guardare lontano lontano; le mani magre e agili, abili per lavorare; le gambe forti per saltare e veloci per nuotare.

13304593063_ce73f83310_k

Marinai e pescatori in un’isola in mezzo al mare più blu che c’è; amanti di quelle piante di uva che fanno nascere e crescere il vino buono; esploratori di quella terra fatta della roccia dura che si chiama granito. E poi, padroni di casa pieni di attenzioni e carichi di sorrisi.

E’ questo, l’isola d’Elba. Un mare che si declina in mille diverse possibilità, quelle della sabbia sottile o delle scogliere impervie.  Una montagna che permette di scoprire l’incanto di una terra che mischia panorami e paesaggi. Una tavolozza di colori infinita che spazia dalle sfumature del cielo in una giornata d’inverno per arrivare fino al rosso ferro della terra. Un misto di profumi che ha l’odore dei gigli e delle ginestre in fiore. Un sapiente equilibrio di gusti e di sapori, quello del pesce appena pescato e del vino dall’aroma intenso.

3081091950_5b507cbde2_b

Ma l’Elba è anche un territorio che ha la capacità di coniugare i desideri di chi cerca un romantico tramonto sul mare e di chi desidera una passeggiata immersa nella natura; riesce a mettere insieme coloro che amano lo sport e quelli che apprezzano la buona cucina. Ed è un’isola che è capace di declinare la propria offerta per rispondere alle esigenze di tutti, anche dei più piccoli viaggiatori: le giornate sono fatte dei ritmi lenti dei bambini, i paesaggi sono rispettosi delle loro esigenze. Spiagge da esplorare, angoli da scoprire; passeggiate immersi nella natura, visite ai numerosi musei dell’isola: all’Elba c’è tutto, tutto quello che può aiutare a rendere speciale le vacanze dei piccoli.

8050427875_760a46461a_k

Le loro vacanze cominciano ancora prima di partire, sui traghetti per l’Isola d’Elba, che riescono a far vivere il viaggio come una meravigliosa avventura: solcando i mari, con il vento tra i capelli e l’odore del mare nelle narici, i bimbi cominciano così la loro avventura elbana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *