Un regalo piccolo piccolo

20170104_160629_resized

Li ho osservati, uno per uno. La dimensione, la forma e il colore. Li ho toccati, e li ho presi in mano. Li ho girati sopra e sotto, di qua e di là. Qualcuno l’ho messo nel mio sacchetto colorato, qualcuno l’ho rimesso lì dove l’avevo trovato. Sulla spiaggia, insieme agli altri. Poi, mi sono seduto, e ho svuotato il mio sacchetto.

Li ho guardati, i sassi che avevo raccolto. Ne ho messo da parte ancora qualcuno. Gli altri, li ho contati. Una volta, e poi un’altra. C’erano tutti, uno per uno: un sasso per ogni amico. Un sasso per ognuno dei miei amici dell’asilo. Tanti i sassi, quanti gli amici. Li ho messi tutti in fila, uno vicino all’altro. Poi, ho preso i miei pennarelli.

Ho scelto il rosso, ché va bene per gli amici e per le amiche. E ho cominciato a scrivere i nomi, uno su ogni sasso. Titto e Vittoria, Tommy e Celli. Leo e Pietro, Richi e Anna. Per loro, e per tutti gli altri. Ho pensato mi piaceva, portare un regalo ai miei amici. Un regalo piccolino piccolino, un sasso con il nome.

Lo so che è solo un piccolo regalo, quello che ho deciso di portare ai miei amici. Ma l’ho fatto io. L’ho pensato, l’ho scelto, e l’ho fatto io. Un piccolo regalo per dire ai miei amici che io li penso sempre. E che mi piacerebbe, se fossero qui con me, a raccogliere i sassi sulla spiaggia e a costruire le capanne di pesci.

2 pensieri su “Un regalo piccolo piccolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *