Ti racconto un segreto

Ti racconto un segreto

Ti racconto un segreto. Ti racconto il mio segreto. Quello che voglio che sappia tu, e soltanto tu. Perché io ho scelto te, fra tutti, perché voglio che sia tu, a scoprire il mio segreto. Tu, e nessun altro. Perché non può restare segreto, il mio segreto, se poi lo racconto ad altri.

E dopo aver scelto a chi raccontarlo, devo scegliere le parole con cui raccontarlo. Perché ogni parola racconta una storia, e tutte le parole insieme raccontano la mia, di storia. La storia che io ti voglio raccontare. E la storia che voglia che tu ascolti, scoprendola. Scoprendo tutte le parole che la compongono.

E io voglio che tu le capisca tutte, le mie parole. Perché le ho scelte con cura, una per una. Con tutto quello che vogliono dire, e che sanno raccontare. Perché, insieme, vadano a raccontare il segreto che io ho scelto di raccontarti.

Per questo, proprio per questo, è importante che riesca a raccontartele bene, tutte queste parole. Perché solo dicendotele per benino, una lettera dopo l’altra, riuscirò a fartele capire. E così, tu potrai capirle. E capire anche il mio segreto.

Quel segreto che ho deciso di raccontarti, con un filo di voce, avvicinando la mia bocca al tuo orecchio, e nascondendola con la mano. Perché nessuno possa ascoltare le mie parole, e scoprirle insieme al mio segreto. Così che diventi anche un po’ tuo. Ma solo tuo però, eh!

Le parole sono lo strumento che possiamo usare per raccontare le nostre emozioni: quando le parole non riescono a farsi chiare, ecco che anche i nostri sentimenti restano nascosti. Per questo, è importante riuscire a comporre le parole con tutti i suoni di cui sono formate, per renderle strumenti efficaci di espressione.

Il Vivavoce Institute è un centro che nasce con l’obiettivo di diventare polo di eccellenza nel trattamento rieducativo della balbuzie. Propone un lavoro di rieducazione che parte dal controllo dei singoli movimenti che servono per produrre un suono per arrivare alla gestione del linguaggio in contesti di ansia e stress.

#conoscilabalbuzie #VivavoceMilano #ad

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *