Te lo spiego io, sorella

Te lo spiego io, sorella

Te lo spiego io, sorella. Te lo dico io, te lo racconto io. Io, che sono grande. Io, che le so, le cose della vita, voglio che le sappia anche tu. Tu, che sei piccola, e che tante cose le devi ancora fare. E allora ci sono io, per te, per dirtelo, come saranno. Te lo dirò con le parole, con la faccia, con le mani. Così, poi, le saprai anche tu.

Voglio che impari anche tu, a fare le cose che faccio io, che sono grande. E che faccio le cose dei grandi. Così, poi, le potremo fare insieme. Io e te, tu e io. Le faremo insieme, per benino. Le cose dei grandi. Perché te lo avrò spiegato io, come fare. Già, io, a te.

Mi piace raccontarti le cose. Io parlo agitando le mani, e tu mi ascolti, e scuoti la testa, dicendo no. Sempre no, solo no. Ma io lo so, che mi stai ascoltando, e che lo sai, che è come dico io. Proprio come dico io.

Perché quelle che ti dico io sono solo cose giuste. Sono pure le cose che dice la mamma, e anche il papà. Quello che si fa, e quello che non si fa. E come si fa. Ché sono solo le cose giuste, quelle che ti voglio far vedere. Sempre. O quasi, sempre. Ché beh, si, lo so, qualche volta mi sa che quelle che ti faccio vedere non sono proprio proprio le cose che si fanno. O che si dovrebbero fare. Ma lo so, che tu lo sai, questo.

E poi, mi piace farti vedere anche tutte quelle cose che si devono fare. E aiutarti a farle come si deve. Come le so fare io, e come vorrei che le facessi anche tu. Per farle insieme a me. Io e te, tu ed io. Insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *