Cronaca di una mattinata di mare

Cronaca di una mattinata di mare

Andiamo al mare? No. Come no? Io no voio andare al mare. E che cosa vuoi fare? Voio stare a casa. No io ci voglio andare al mare, mamma. Devo fare i tuffi. E io no voio. Ma dobbiamo cercare le conchiglie. Va bene, voio.
Perfetto, allora andiamo. Mi scappa la cacca! Ma come, adesso ti scappa? Tantissimo mi scappa. Va bene, vai. Ti aspettiamo qui. Io ho sete, mamma. Voio acqua fredda. Ecco a te un bicchiere di acqua fredda. Possiamo andare, adesso? Si, andiamo.

Continua a leggere

Cosa mi è piaciuto, questa settimana

Questa settimana ho fatto una cosa che non avevo mai fatto prima. O forse l’avevo fatta, ma non me lo ricordavo proprio. Forse è una cosa che non si deve fare. O forse non la fanno i piccoli, e ora che sono grande la posso fare. Se è una cosa da grandi, allora a me piacciono le cose da grandi. Perché ti fanno sentire che puoi fare quello che vuoi. Ti fanno sentire libero.

Cosa mi è piaciuto, questa settimana

Io me ne sono andato in giro senza il pannolino. Me ne sono andato in giro nudo. Si, nudo, tutto nudo. No, non avevo neanche le mutande. Io non le metto, le mutande. A me non servono. Io ho il pannolino, e a chi ha il pannolino non servono le mutande.

Era così bello starsene senza niente, senza niente lì in mezzo alle gambe. Senza niente che mi dà fastidio. Che mi fa sudare la pancia. Che mi impiccia quando cammino. Che mi fa diventare difficile chiudere le gambe.  Così bello, tutto nudo.

Certo, quando ti scappa la pipì non sai bene come fare. Perché con il pannolino è facile, la fai e basta. E lei sta lì, e non dà fastidio. Quando il pannolino non ce l’hai, è un po’ diverso. Perché la pipì se ne va in giro dappertutto. Sulle cosciotte, sulle gambe, sui piedi, e poi per terra. Un bel laghetto, per terra.

Però ho scoperto che c’è un modo, per non fare il laghetto di pipì per terra, quando si è nudi. Basta farla quando sei seduto in braccio al papà, così pensano tutti che è stato lui.