Cosa mi è piaciuto, questa settimana

Ieri io me ne sono andato a mangiare alla fattoria degli animali. Sono andato in un posto bello, con le mucche e i maiali. Che ti salutavano quando arrivavi. Prima le mucche maschio, da una parte, e poi le mucche femmine, dall’altra. Che si guardavano, si facevano gli occhi dolci, poi se ne scappavano dentro la loro casa. E vedevano cosa facevano gli altri, quelli dall’altra parte.

Cosa mi è piaciuto, questa settimana

E dopo le mucche, ecco i maiali. Che mangiavano sempre. E si rubavano le cose da mangiare. Spingendosi con il sedere. E con i nasi. Quei piccoli nasi rosa tutti schiacciati, che sembrano il mio naso quando appiccico la faccia alla finestra e soffio sul vetro. E quei codini arrotolati, come i nastri dei regali di Natale.

E poi c’era un gattone ciccione, che se ne stava sdraiato con gli occhi chiusi. Così chiusi che ero sicuro, che sarei riuscito a tirargli la coda. E allora mi sono avvicinato, un passo dopo l’altro, un piede davanti all’altro. Mi sono fatto piccolo, e ho allungato le mani. Ma quando avevo quasi preso la coda, quello ha aperto quegli occhi gialli, e se ne è scappato via veloce velocissimo. E io me ne sono rimasto lì, piccolo piccolo, con le mani allungate, e vuote. Perché quando io sono riuscito ad alzarmi, lui se ne era già scappato non sono nemmeno riuscito ad accorgermi dove.

E allora, mi sono dovuto consolare. E mi sono consolato, mangiando tutto quello che mi hanno portato da mangiare. Dal salame alla torta con il cioccolato. Nel mio piattino piccolo, con il cucchiaino. E poi, con la pancia piena, mi sono addormentato, felice.