Questione di educazione

Questione di educazione

Si può, o si deve. Si fa, o non si fa. E’ permesso, o è vietato. E’ giusto, o è sbagliato. E poi: per me si, o per me no. O forse, o magari. Educazione, dicono che si chiami educazione. Quella cosa per cui la mamma dice si, e il papà dice no. Anzi no, è la mamma, quella che dice no.

Per me, è la mamma, quella che dice no. No, no e no. E il papà è quello che dice si. O anche: quello che dice no, e poi ni. E poi evabene. Che vuole dire si, per me. Io lo so, che lui mi dice si. Ed è per quello che è lui, quello a cui chiedo. Perché mi dica si.

Si, o no. Se è uno, non può essere l’altro. Se è uno, l’altro non deve essere. Quando è no, no deve essere. Così dicono. Ma io provo sempre, a vedere se qualche no diventa si. E chiedo a uno, e poi all’altra. Perché non è che ci sono solo le cose per cui è sempre si, o sempre no. Ci sono anche le cose per cui può essere si, o può essere no. O può essere magari. E sono proprio quelle le cose per cui li sento dire educazione.

Come se fosse un si, oppure o un no, questa educazione. Una risposta ad una domanda. Una, solo una, risposta. Un si, o un no. Anzi: due si, o due no. Una educazione che ha bisogno di una sola risposta, di una sola voce. Che decide quale sia la direzione, quale sia la strada da percorrere. Ché se vai avanti, e poi torni indietro, ti accorgi che sei sempre lì, nel punto in cui sei partito. E se devi fare un viaggio, non c’è nulla di peggio che accorgersi di non essere mai nemmeno partito.

Due genitori, una madre e un padre; un uomo e una donna, una coppia anche. Una coppia che deve imparare ad affrontare le difficoltà, a contrattare nuove regole della relazione, ad aprire un canale di comunicazione efficace e a progettare un nuovo futuro.
Galmarini e Rossi è uno studio specializzato nell’offrire consulenze e psicoterapie a coppie che manifestano problematiche di carattere psicologico o relazione e che necessitano di un supporto. E’ specializzato in coterapia, che è una modalità che prevede la presenza di due terapeuti, di cui soltanto uno è visibile al paziente.
Per maggiori informazioni, potete visitare il sito dello studio.

 

Buzzoole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *