Quattro zampe e una coda

Andando in giro, si fanno tanti incontri. Belli, brutti, divertenti, noiosi. Alcuni proprio strani. Sì, perché io me ne ero già accorto, che per strada ci sono questi strani cosi con quattro zampe e una coda. Però sono solo pochi giorni che ho cominciato a guardarli con un po’ più di attenzione.

Quattro zampe e una coda

E mi sono accorto che ce ne sono di tutti i tipi: alti e bassi, lunghi e corti, gialli e marroni, grigi e neri, con tanti peli e con pochi peli. Ma tutti hanno quattro zampe e una coda. E se ne vanno in giro saltellando, muovendo la coda di qua e di là. Annusano tutto, con quei loro nasi umidini: la strada, gli alberi, le macchine, le persone. E gli altri strani cosi a quattro zampe che incontrano: si annusano tutti, come se stessero cercando chissà che cosa. Poi, dopo che si sono annusati, se ne vanno, ognuno per la sua strada.

Quello che però mi fa più ridere è che fanno le facce strane, questi strani cosi pelosi. Qualche giorno fa stavo facendo merenda al bar con il mio papà e la mia mamma. Eravamo seduti a un tavolino nella strada ed è arrivato uno di quelli. Appena me ne sono accorto, io mi sono girato a guardarlo e gli ho fatto subito un bel sorriso. Pensavo che me lo avrebbe fatto anche lui, il sorriso, e invece niente. Mi ha fatto una faccia brutta. Allora gli ho fatto un altro sorriso, ancora più bello, e lui mi ha fatto una faccia ancora più brutta.

Mi sa che ho incontrato un quattro zampe e una coda un po’ antipatico, vero?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *