Mio, tutto mio, solo mio

Mio, tutto mio, solo mio

Mi piace, sapere che c’è. Che se lo voglio, posso averlo. Che se no ho voglia, so dove trovarlo. Che se ne ho bisogno, so che mi aiuterà. Perché si, qualche volta mi serve proprio, il mio ciuccio.

Il mio, ciuccio. Il mio, e solo il mio. Quello che ho fatto diventare mio. Che conosco, che mi assomiglia e mi appartiene. Che ha il sapore buono, e la forma che mi piace. Che posso ciucciare, mordere con i denti, o tenere in mano.

Quello che mi consola, quando sono triste. Quello che mi rassicura, insieme ad un abbraccio. Quello che mi accompagna, mentre mi addormento. Quello che è con me, quando ho bisogno di sapere che c’è.

Si, perché ci sono, quei momenti, in cui ne ho bisogno, di sapere che anche lui c’è. Quei momenti in cui mi rendo conto che non ci sono io e solo io, ma che c’è anche lei. Lei, che ha bisogno della mia mamma, così come ne ho bisogno io. Lei, che c’è, anche quando io vorrei che fosse da qualche altra parte. E qualche volta, quando capita di dover condividere i baci e gli abbracci; qualche volta, quando succede che le coccole non sono tutte, solo per me, allora mi piace sapere che c’è, il mio ciuccio. Mio, tutto mio, solo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *