Il mio amico Sam il pompiere

Il mio amico Sam il pompiere

– Ni-no, ni-no, ni-noooooo. Pepeton drin drin, fuoco casa! Corri Pem corri, fuoco casa! Porto acqua camion, io! Arriva Pem! Ni-no, ni-no, ni-nooooo!

Eccolo, il mio amico Sam il pompiere! Con il suo cappello bianco e la maglietta con i bottoni, è lui, il pompiere più pompiere che c’è. Ha un camion bellissimo, Sam il pompiere: grande grande grande. Con una scala per arrivare così in alto che più in alto non si può. Con tanti gradini, che Sam sale e scende, per arrivare fino a lassù, a quella scatoletta gialla da cui riesce a vedere tutto quello che c’è laggiù.

E lui, Sam il pompiere, sa fare tutto: risponde al telefono del fuoco, guida il camion dei pompieri, sale sulla scala, spegne il fuoco. Questo, tutto da solo. Perché non ha bisogno di aiutanti, lui. Perché ci sono io, ad aiutarlo. Io faccio i rumori, come drin drin del telefono che suona, e ni-no ni-no della sirena blu che serve per farlo sapere a tutti, che il camion di Sam sta arrivando.

E poi, io guido il camion. Avanti e indietro, indietro e avanti. Nella mia camera, sopra il divano e sotto il tavolo, e poi nel corridoio, fino al salotto e anche alla cucina. Veloce velocissimo. Io davanti, e la mia sorella Sofi dietro. Perché si, anche lei lo aiuta, Sam il pompiere.

Lo prende in mano e se lo porta in giro per tutta la casa. Se lo rigira fra le mani, davanti e dietro, sopra e sotto. Lo agita e lo scuote. E poi, beh, poi se lo mangia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *