#lodiceSofia: baci e abbracci

#lodiceSofia: baci e abbracci

A me li danno tutti, i baci: sulle guance, sulle mani, sulla pancia. E le carezze: sulle guance, sulle mani, sulla pancia. Baci silenziosi e baci rumorosi, baci veloci e baci lenti; carezze asciutte a carezze umide, carezze calde e carezze fredde.

Me li danno tutti, e me li dà il mio fratello. Me li vuole dare sempre. Quando sono sveglia e quando dormo, quando sono sdraiata e quando sono seduta, quando sono contenta e quando piango. I baci, e pure le carezze. Con le mani leggere e con le mani pesanti, con le mani pulite e con le mani sporche.

Mi dà i baci briciolosi, e le carezze al prosciutto. Mi dà i baci sdraiandosi nel mio lettino, e le carezze cadendomi addosso. Mi dà i baci che fanno rumore, e le carezze che fanno rumore pure loro. Mi dà i baci sulla bocca, e le carezze negli occhi.

A me piacciono, i baci e le carezze. Quasi sempre. Perché ce ne sono alcuni che no, non mi piacciono. Non mi piacciono quando diventano tanti, così tanti che non mi fanno respirare. O così pesanti che mi sento soffocare. Però sono paziente, e sopporto. Ancora per un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *