#lodicelamamma: baci e solletico

#lodicelamamma: baci e solletico

Non ama i baci, lui. Non gli sono mai piaciute, le smancerie. Non ne ha mai chieste, e nemmeno mai offerte. E non ha mai amato quando gli sono state richieste, o imposte. L’unica che bacia, è lei. La sorella.

Palla Palla! la chiama quando si sveglia, e poi corre a cercarla. Palla? chiede con sguardo interrogativo quando non la trova dove si aspetta di trovarla. E appena la vede, la bacia. Sulla faccia, sulle guance, sui piedi. Anche sulla pancia, se la trova. E ama anche farsi baciare da lei, per quello che lei riesce a baciarlo. Lo fa, felice di farlo. Come se a lei, così piccola, questo fosse il modo più semplice per dimostrare il proprio affetto.

Lei sorride a tutti. Grandi sorrisi senza denti. Occhi felici che mostrano un sentimento vero, sincero, per quanto inconsapevole. Sorride a tutti, ma non ride con nessuno. Solo, con suo fratello. Quando lui le fa il solletico, o quello che di più simile al solletico gli riesce di farle. La prima volta, glielo ha fatto sul collo. Le si è sdraiato addosso, con il mento appoggiato sulla pancia, e le ha avvicinato le mani al collo. Poi, ha cominciato a muovere le dita, in quel piccolo spazio tra le guance e le spalle. Pensavamo piangesse, imvece rideva. Rideva come non aveva mai riso prima. Rideva come solo ha fatto con suo fratello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *