Le mamme nella televisione

Quando le guardi nella televisione, le mamme sorridono sempre. E se non sorridono, ridono. Se vai con il triciclo in casa, loro sono felici. Se fai una strada con le briciole del biscotto che stai mangiando correndo per casa, loro sono felici. Se ti rovesci addosso un piatto pieno di pasta al pomodoro, loro sono felici. No, non è che sono felici lo stesso. Sono felici, e basta. Le mamme della televisione, però.

Le mamme nella televisione

E poi, hanno sempre i vestiti belli, gli abiti eleganti e le scarpe che fanno male ai piedi. A tutti, ma a loro no. Perché loro le usano anche per pulire il pavimento, o per cucinare. I capelli sempre ordinati, le guance rosa, la bocca rossa: sono così, le mamme nella televisione.

E le case delle mamme nella televisione? Grandi grandissime, pulite pulitissime, ordinate ordinatissime. Con i divani bianchi, tanti cuscini sui letti, i fiori sul tavolo. E poi, c’è sempre il sole.

Per non parlare poi dei loro bambini. Che mangiano il gelato al cioccolato con abitini bianchi. Che si rotolano nell’erba e non si fanno neanche una macchia. Che sono sempre contenti di fare quello che vuole la mamma. Che giocano da soli nelle loro camerette ordinate.

Sembra tutto così bello, nella televisione. Tutto così bellissimo. Tutto così perfetto. Tutto così baci e sorrisi. Tutto così carezze e risate. Tutto così noioso, però. Quasi quasi la spengo la televisione, vah.

 

 

7 pensieri su “Le mamme nella televisione

  1. vaninarodrigo says:

    Hai proprio ragione, è meglio spegnere la televisione, tanto certe cose succedono solo lì! Io i tacchi li metto e il rossetto pure, e anche qualche abito bello, ma ti confesserò un segreto, la mia casa non è mai tanto ordinata, e i fiori e anche altre cose spesso finiscono per terra 😉 , ho un bimbo piccolo io…

  2. Neda says:

    Le mamme della televisione sono mamme per finta, le pagano per recitare quella parte, poi vanno a casa loro e sono mamme come tutte le altre, come la tua mamma, come me, come tutte le mamme del mondo. Ciao Filippo, dormi bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *