L’autunno è la stagione del mare

L'autunno è la stagione del mare

L’autunno è la stagione delle foglie che cadono e delle giornate che si accorciano. Degli alberi che si riempiono di mille colori e delle merende con latte caldo e biscotti.  L’autunno è la stagione delle gite nei boschi a cercare le castagne e delle camminate fra gli alberi che lasciano cadere le foglie. Delle mattinate trascorse perdendosi tra vie sconosciute e di lunghi pomeriggi passati a scoprire nuovi angoli nascosti.

Ma è anche la stagione dei nasi che colano e degli occhi gonfi, dei male alla gola e delle orecchie doloranti. Delle mani fredde e delle fronti calde, delle tossi e dei raffreddori. Degli starnuti e dei colpi di tosse, degli sciroppi e degli aerosol. E’ la stagione delle sciarpe per proteggere la gola e della maglietta infilata nei pantaloni per non prendere freddo alla pancia. Dei cappelli che poi ti viene male alle orecchie e dei maglioni che ti pizzicano il collo.

L’autunno è la stagione in cui è bello scoprire quei luoghi che sei abituato a vedere con il sole caldo e le giornate lunghe, per apprezzare quante sono le cose che ti possono regalare. In cui ci si diverte a inventarsi nuove avventure, per sperimentare quali strade può percorrere la fantasia.

Ma è anche la stagione in cui il naso deve respirare l’aria buona e i polmoni riempirsi dei profumi che fanno bene. In cui le gole possono trovare il modo per liberarsi dalle sciarpe, così come le giacche possono restare ad aspettare di essere indossate. In cui è bello correre all’aria aperta e guardare il sole che tramonta.

L’autunno è la stagione in cui il mare riesce ad avere tanto da dare. Che sia una spiaggia su cui camminare e correre guardando le onde che scorrono sulla sabbia, che sia una piccola città che continua ad offrire passeggiate tra i bar e negozi che restano sempre aperti, che sia una strada da percorrere con la bicicletta per scoprire che cosa si nasconde alle spalle del mare. Perché non è solo estate, il mare.

A Gabicce, è mare tutto l’anno. Lì dove la Romagna si incontra con le Marche, Gabicce riesce a coniugare l’essenza di ciascuna terra: la calorosa e genuina ospitalità romagnola con l’unicità paesaggistica e naturale dei promontori marchigiani a ridosso del mare.
E lì dove il mare si trova con la collina, dove le tradizioni si incrociano e si fondono, dove la tranquillità convive con la mondanità, ecco che gli hotel di Gabicce riescono ad offrire a grandi e piccini la possibilità di vivere il mare. Tutto l’anno.
Con una spiaggia che ha ottenuto due vele dalla Guida Blu di Legambiente e dal Touring Club Italiano e con le meravigliose colline del Parco Naturale del Monte San Bartolo, Gabicce può dare a ciascuno ciò che più gli piace, ogni mese dell’anno.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *