La regina del parcheggio

Cara mamma,

devo dirti una cosa, promettimi che non ti arrabbi: tu, a guidare la macchina, non sei mica tanto capace. Ci sono delle cose in cui sei più brava. Quasi tutte, direi.
Va bene, malamacchinaègrande, nonlhomaiguidataprima, questemacchinemoderne. Hai anche tu le tue ragioni. Però, a guidare, non sei mica tanto capace lo stesso.

MACCHININE

 

Già siamo partiti male, perchè non ti ricordavi più dove avevi parcheggiato la macchina: ci abbiamo messo dieci minuti, a trovarla. Siamo andati fino in fondo alla strada, per poi scoprire che era sotto casa. Poi, dovevi andare indietro, e invece la macchina è andata avanti. E no, non era colpa sua, mamma. Sei tu che le hai detto di andare avanti, non dire bugie. Io ti capisco, perchè anche io vorrei tanto andare in avanti e invece va a finire che vado sempre indietro; però non dico che è colpa del pavimento.

Quando dovevi girare, hai lavato il vetro davanti, e pure il signore con la bicicletta che ci è passato vicino. Non ha fatto la faccia contenta, sai? E poi non capivi perchè la macchina si è spenta da sola, quando aspettavamo la lucina verde per partire: lemacchinemoderne, eh? E lì hai fatto arrabbiare qualche altro signore, prima di capire come fare per ripartire.

E comunque mamma, non ti preoccupare: che non riuscivi a mettere la tua macchina dove c’era quella macchina grande grande che aveva dentro tante persone non lo dico a nessuno, va bene?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *