La legge della mamma

La mia mamma mi ha insegnato che ci sono delle leggi che si devono sempre rispettare. Sono le leggi della mamma. E la mamma è il capo.

capo2

Non si può ciucciare il pollice. Per nessuna ragione. Perché altrimenti si stortano i denti. Ma quali denti, che ne ho due, piccoli piccoli. Perché altrimenti ci si abitua. E che problema c’è? Perché altrimenti c’è il ciuccio. Ma il dito è più buono. No, il ciuccio, che è buonissimo. E pazienza…

Si mangia tutta la pappa. Ma proprio tutta. Il problema non è tutta, il problema è la pappa. Con tutte le cose che ci sono da mangiare, non posso mangiare una di queste? È che a me le cose tutte mischiate non mi piacciono proprio. Capisco che così lì dentro c’è tutto, però non si potrebbero avere le cose divise, così si capisce cosa si mangia? Ah lo ha detto la pediatra…

Non si frigna. Mai, mai, mai. Per nessun motivo. Perché non c’è motivo di frignare. Mai, mai, mai. Frignare non serve a nulla. Mai, mai, mai. Si possono trovare degli altri modi, piuttosto che frignare. Anche se frignare di solito funziona?

Poi ci sarebbero anche le leggi del papà. Ma quelle non sono importanti. Così dice la mamma. Che è il capo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *