Ditemi un po’, che pensavate?

Ditemi un po', che cosa pensavate?

Ma io mi domando, che cosa pensavate? Che cosa credevate? Come potevate immaginare che sarebbe stato diverso? Non l’avete guardata? Non l’avete vista per benino? Che poi, dico io, anche senza vederla per benino, dovrebbe essere chiaro, no? Come potrebbe essere diverso?

Lo si capiva bene, che dentro quella pancia grande ci doveva essere una sorella grande, no? Altrimenti, che cosa ci sarebbe dovuto essere, lì dentro, a riempire tutta quella pancia grande grande? E poi, anche io ero grande, non vi ricordate, quando ero nella pancia? Così grande che, quando mi ci hanno tolto, da lì dentro, la prima cosa che hanno detto è stata accidentichegrosso! E beh, non lo avrebbero mica detto, se non fosse stato vero, no?

Quindi si, è per quello, che la pancia della mia mamma è grande. Perché c’è dentro una sorella grande. Con una pancia grande, pure lei. Una pancia grande dentro una pancia grande, quindi. Che fanno due pance grandi. Una dentro l’altra. Proprio come in quel gioco delle donnine una dentro l’altra, in cui devi aprire la pancia di quella grande per far uscire quella più piccola. Che ha, però, la stessa forma di quella grande.

Eh insomma, ce l’avrà anche la sorella, la pancia grande. Così come ce l’avevo io, quando ero nella pancia. Però glielo devo dire, quando esce, di non preoccuparsi. Che poi, appena diventa un po’ più grande, la pancia le diventa piccola. Proprio come è successo a me.

 

2 pensieri su “Ditemi un po’, che pensavate?

  1. Mummyinprogress says:

    E’ quello che mi chiedo sempre anch’io se faccio il bis… Diranno ancora una volta “Madonna quanto è grossa?” 😀 in fondo un po’ di fatica per la mamma, ma tutta salute!!! Un abbraccio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *