Cosa mi è piaciuto, questa settimana

Ci sono quei giorni che ti svegli, e che fuori è ancora buio. Qualche luce sulla strada, qualche lucina alle finestre, e poi buio. Dormono tutti: persone, case e cose. E dorme anche il cielo, che è tutto nero.

Dorme dorme dorme, e poi decide che arriva il momento di svegliarsi. E comincia a diventare un po’ chiaro, da scuro scuro che era. Comincia a diventare un po’ blu, e poi un po’ azzurro. Cominciano a vedersi le cose, tutte quelle cose che prima si nascondevano nel buio. Cominciano a vedersi anche i colori delle cose, che prima erano solo scure.

E poi, cominciano a vedersi i colori del cielo. Giallo, arancione, rosso e rosa. Viola anche, qualche volta. Che vengono su da dietro i palazzi, che spuntano da dietro le case. Così come spunta il sole, che illumina piano piano tutte le cose. E con lui si illuminano le stanze e si spengono le luci delle case. E le cose si vedono così come sono, con tutti i loro pezzettini.

E poi, arriva il giorno. E si svegliano tutti. Anche quelli che lo spettacolo del cielo colorato lo hanno perso. E continuano a pensare che il cielo sia soltanto blu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *