Cosa mi è piaciuto, questa settimana

Cosa mi è piaciuto, questa settimana

Luci, colori e suoni. Vetrine e insegne. Musica e canzoni. Parole e discorsi. Urla e risate. Discorsi e chiacchiere. Bimbi che chiamano le mamme, mamme che chiamano i papà. Signore che si fermano davanti ai negozi, uomini che sbadigliano sulle panchine.

Carrozzine e passeggini. Monopattini e carrelli. Vetrine e scaffali. Bar e ristoranti. Fiorai e librerie. Negozi di vestiti e negozi di scarpe. Ascensori e scale mobili. Automobili e code. Parcheggi e traffico. Cartelli e indicazioni.

Persone: bambini e mamme, papà e nonne. Fidanzati e amici. Grandi e piccoli, giovani e vecchi. Persone, persone e persone. Code: per entrare nei negozi e per uscire dai negozi. Per provare i vestiti e per misurare le scarpe. Per pagare il caffè e per ordinare il pranzo.

Odori: la brioche con la Nutella e le ali di pollo fritte. La polenta e la cotoletta. La piadina con il prosciutto e le patatine. Il caffè e la soia. Sapori: la bruschetta con il pomodoro e il sushi. La coca cola e l’insalata. Il gelato e i cannoli siciliani. Il tagliere di formaggi e la tigella.

E poi, abbiamo chiuso la porta della macchina. Abbiamo lasciato tutto fuori: luci e colori, suoni e musica, persone e code, odori e sapori. E ce ne siamo tornati a casa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *