Cosa mi è piaciuto, questa settimana

Ieri sono venuti a casa mia i miei amici Fede e Richi. Io sono sempre contento quando ci sono gli amici. A me piace, stare con gli amici. Di solito però io ci sto all’asilo, con gli amici. A casa no, non sto con gli amici. Sto con i grandi. Che sì, a volte non sono mica tanto divertenti se ci devi giocare insieme. Però con i tuoi giochi mica ci giocano.

Cosa mi è piaciuto, questa settimana

Gli amici sì, che ci giocano, con i tuoi giochi. Soprattutto con i giochi più belli. Soprattutto con quelli che per te sono i più belli. E anche se non sono proprio proprio i più belli, quando un tuo amico ci sta giocando, i più belli lo diventano per forza. E questo è un po’ strano, ecco. È un po’ strano perché ci vorresti giocare tu, con i tuoi giochi, e invece li sta usando un altro. E allora non sai bene che cosa fare. Prima guardi, per capire cosa sta succedendo. Poi fai capire a tutti che tu stai guardando, e che cosa sta succedendo lo sai. Poi ti avvicini, e continui a guardare. E poi, cominci a giocare anche tu. E ti accorgi che con lo stesso gioco si può giocare anche in due. E che se un amico gioca con un gioco che è tuo, al tuo gioco non succede niente. Quando te lo ridà, è proprio proprio come quando se lo è preso.

Certo, bisogna magari mettersi d’accordo, perché se tu la macchinina la vuoi far andare di qui e il tuo amico di là, bisognerà capire come fare. O se tu vuoi far cadere la torre e il tuo amico vuole metterci sopra un altro mattoncino, bisognerà fare una volta per uno. E in fin dei conti, non è poi così male. E comunque, oggi ci vado io, a casa di Fede e Richi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *