Come rotola, nonna!

E’ molto divertente vedere le cose che rotolano. Soprattutto quando la nonna le deve rincorrere in mezzo alla strada. In mezzo ad una strada dove passano tante macchine, che vanno veloci veloci. E si devono fermare, perché c’è la nonna che rincorre le cose che rotolano.

scotch strada

Eravamo andati in un negozio per comprare uno scoc, che serve per attaccare insieme i pezzi. Era uno scoc marrone, quello che abbiamo comprato, che ci serviva per attaccare insieme dei pezzi grandi. La mia nonna me lo aveva dato in mano, perché a me piaceva molto. Dovevo tenerlo in mano, stretto stretto, e non farlo scappare. Perché se cadeva rotolava. Io non sapevo tanto bene che cosa voleva dire rotolare, quindi non ci sono stato tanto attento, allo scoc. Anche perché avevo perso il ciuccio, lo stavo schiacciando con il sedere e mi stava venendo proprio voglia di una bella ciucciata. Allora ho allungato una mano per prendere il ciuccio, e mi sono accorto che, aprendo le mani, lo scoc è scappato. In mezzo alla strada.

Allora la mia nonna ha cominciato a rincorrerlo, ma lui era molto più veloce, e lei non riusciva a prenderlo. Non è tanto veloce, la mia nonna. Era buffa, e non lo pensavo solo io. Ma anche le persone che erano vicine. Io ridevo, e loro ridevano perché io ridevo. Insomma, ridevamo tutti, e pure la nonna. Solo quando ha preso lo scoc, però. Prima non, non rideva. Era troppo impegnata a corrergli dietro, allo scoc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *