Lo specchio e la bambina

lo specchio e la bambina

L’ho vista, qualche volta. Quella piccola bambina che mi assomiglia. Piccola, come piccola sono io; femmina, come femmina sono io. Che si veste come mi vesto io, e si muove come mi muovo io. Se io mi metto i pantaloni blu, lei ha i pantaloni blu. Se io mi gratto la testa, lei pure si mette le mani tra i capelli.

Continua a leggere

#lodiceSofia: pronti partenza via

#lodiceSofia: pronti partenza via

Svegliati, alzati, fai colazione, lavati, vestiti. E poi esci. Metti la giacca e il cappello, sali in macchina, e parti. Eh già. Sembra facile, così. Sembra proprio facile. Ma no, non lo è mica stato, facile. Perché abbiamo fatto tutte queste cose, e poi anche tante altre. Altre come la pipì sul pavimento della cucina. O altre come uno starnuto sui vestiti puliti. Cose così, insomma.

Continua a leggere

#lodiceSofia: la ruspa gialla

#lodiceSofia: la ruspa gialla

C’era una volta una bellissima ruspa gialla, con delle grandi ruotine nere e un rimorchio in cui mettere tutte le cose che ti piacciono. Un grande sedile per stare comodi, e un volante per fare le curve. L’ho trovata sul tavolo, quella bella ruspa gialla. Ho allungato le braccia, ho aperto le mani, e l’ho presa. La ruspa gialla del mio fratello.

Continua a leggere