#lodiceSofia: i miei primi passi

#lodiceSofia: i miei primi passi

Due mani e due ginocchia, vicine, sul pavimento. Che diventano due piccoli piedi cicciotti su due gambe traballanti e due mani. Che si avvicinano, si avvicinano, si avvicinano, fino a quando delle mani non c’è più bisogno. E diventano solo due piedi, e  un corpo corto su due ginocchia piegate, e un sedere che sfiora il pavimento. Poi, quelle gambette corte si raddrizzano, piano piano. Ed eccomi, in piedi. Io, in piedi, da sola. Con un grande sorriso.

Continua a leggere

#lodiceSofia: ruspe e betoniere

#lodiceSofia: ruspe e betoniere

La vedete, la vedete la foto, vero? Un bambino, un passeggino e una ruspa, li vedete? Ecco, io sono il passeggino. Perché è lì, che me ne sono stata, seduta, tutto il tempo in cui il mio fratello è rimasto a guardare le ruspe. E i camion, e le schiacciasassi. E i buchi e gli scavi.

Continua a leggere

#lodiceSofia: ma io ho fame!

#lodiceSofia: ma io ho fame!

Quantomangia! Nonmidirecheselomangiatutto! Secondomeètroppo. Micamangeràtutto! Ecco cosa mi sento dire, ogni volta che arriva il momento di mangiare. Mentre aspetto il mio piattino, con la mia pappa. Bavaglino al collo, cucchiaio in pugno, aspetto. Agitando veloce le gambe e battendo forte le mani sul tavolo. E dicendo ahahahaha. Perché io ho fame.

Continua a leggere