Io che bacio solo te, sorella

Io che bacio solo te, sorella

Io, bacio solo lei. Tanti piccoli baci rumorosi sulle sue guanciotte tonde. Un po’ di qua, e un po’ di là. Mi avvicino, la guardo, le sorrido. Poi, le prendo la faccia tra le mani, e appiccico la mia bocca alla sua guancia. Ed eccolo lì, un bacio. E poi un altro, e un altro, e un altro ancora. Dieci, cento, mille baciotti.

Io che bacio solo te, sorella. Quando ci svegliamo la mattina, e mi avvicino al tuo lettino. Ti faccio una carezza sui capelli, e tu alzi la testa, e mi guardi. Poi ti metti in piedi, e mi fai un sorriso grande con i tuoi pochi denti. Allora io prendo la seggiolina, ci salgo su, e mi metto nel tuo letto, con te. E ti do mille baci

Io che bacio solo te, sorella. Quando leggiamo insieme un libro, e ci sediamo uno di fianco all’altra. Io tengo il libro, e giro in avanti le pagine. Tu mi prendi il libro, e giri indietro le pagine. Io ti dico noSofino, e tu continui a tirarlo, quel libro. E allora ti abbraccio la faccia, e ti do un bacio, strappandoti via il libro.

Io che bacio solo te, sorella. Quando ti prendo per mano, e facciamo girotondo. Un girotondo piccolo piccolo, piccolo come piccola sei tu. Giriamo insieme piano piano, ché se io sono grande, tu sei ancora piccola. Che quando è il momento di fare tutti giù per terra tu ancora non lo sai, e allora io ti tiro, tu ti siedi ondeggiando, e io ti do un bacio, dicendoti bravaSofiabbiamofattogirotondo!

Io che bacio solo te, sorella. Anche quando non c’è un perché. Quando mi viene voglia, e ti do un grosso bacio. E poi ancora un altro. E allora tutti ci guardano, e ci sorridono. E se qualcuno mi chiede un bacio anche lui, io dico no, io bacio solo lei, la mia sorella.

Perché lei mi ha regalato un monopattino, quando è nata. E io le do i baci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *