Attento ai piedi

Ci sono delle volte in cui facciamo delle cose che non dovremmo fare. No, non le dovremmo fare, perché quando le facciamo, ci facciamo male. E forse è meglio fare i bravi prima, che farsi male dopo. Perché una volta che ti sei fatto male, non puoi fare altro che tenertelo, quel male. E aspettare che ti passi. Anche se ti sembra che non passi mai.

Attento ai piedi

Stamattina stavo giocando con i sassi. Li sceglievo con cura, li raccoglievo dalla spiaggia, andavo verso il mare, e poi ce li lanciavo dentro. Prima sceglievo i sassi piccolini, poi ho cominciato a scegliere anche i sassi medi. E poi, pure quelli grandi. Ma così grandi che mi ci volevano due mani, per raccoglierli da terra. E pure per portarli fino alla riva del mare, e buttarceli dentro.

Una volta, però, non mi sono bastate nemmeno due mani. Forse ce ne sarebbero volute tre, o anche quattro. O forse, semplicemente, non avrei dovuto prendere un sasso così pesante. Perché si, più un sasso è grande, più è pesante. E più è pesante, più ti fa male, quando ti cade su un piede. Me lo avevano detto, la mamma e il papà, ma io ho pensato tantoiosonofortissimo. Mica mi cadono, a me, i sassi.

E invece, mi è caduto, il sasso grande. Sul piede. E il piede è diventato una frittella. Magra e larga. E a me è venuto un po’ da piangere, per il mio piede a frittella. Da piangere, con le lacrime. E allora, ho pianto. Fino a quando il piede non è tornato normale. E allora ho potuto continuare a lanciare i sassi nel mare. Piccoli, però. Che di piede a frittella me ne è bastato uno, per oggi.

Attento piedi

Genertel presenta #protectyourlife, l’assicurazione sulla vita che offre un programma gratuito di prevenzione che , grazie al kit G-Diet, permette di ottenere e mantenere uno stile di vita sano e salutare.
Scopri  l’offerta #protectyourlife valida fino al 31 dicembre 2015!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *