Asilo, chi ci vuole andare, e chi no

Asilo, chi ci vuole andare, e chi no

Io non voio andare all’asilo oggi. Ci vado domani, ché sono grande. Oggi sono piccola.

Ma perché sei già venuta a prendermi, mamma? Io devo ancora giocare con i miei amici, mamma. Non ho ancora giocato a nessun gioco, io!

E quando la mamma è andata via, io ho piangiuto perché volevo la mamma. Poi ho giocato, e sono arrivate la mamme. Le mamme erano tutte andate a fare la pipì, e quando hanno finito la pipì sono venute.

Ma perché non sono rimasto anche a mangiare, mamma? Io però ci sono stato poco tempo all’asilo, mamma! E va bene andiamo a casa. Uffa, però, mamma. Però domani resto fino alla fine, mamma!

E lo sai papà che io all’asilo ho piangiuto, quando la mamma faceva la pipì con le altre mamme? Poi ho giocato e non ho piangiuto più.

Ma uffa però, mamma! Perché le maestre fanno la riunione, oggi? Perché non la possono fare domani, mamma? E che cosa si devono dire le maestre, nella riunione? Perché tu non lo sai, mamma, di che cosa parlano le maestre nell riunione?

Io no voio andare all’asilo oggi. Voio stare tutto il giorno casa con il mio pigiamino, oggi. Pecchè devo andare all’asilo, oggi?

Ma perché Sofia può andare all’asilo oggi, mamma? E allora se va Sofia vado anche io, però, mamma! E perché le maestre di Sofia non fanno la riunione? Non hanno niente da dire, loro? Però non è giusto, che lei va e io non vado. Io sono andato solo due giorni, e adesso già non posso andare più mamma!

E pecché io devo andare all’asilo e Filippo no? Anche io no, come Filippo, mamma! Io no voio andare all’asilo, mamma. Io no voio andare oggi all’asilo mio a giocare, mamma. Oggi sono piccola, mamma, e no vado all’asilo. Io vado domani, ché domani sono grande. Va bene, mamma?

 

2 pensieri su “Asilo, chi ci vuole andare, e chi no

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *