Anche i nonni piangono

NonnaA e NonnoE abitano lontano e ci vengono a trovare una volta al mese. Stanno con noi qualche giorno e poi si preparano per tornare a casa.

image

Io capisco subito quando si avvicina il momento della partenza, perché NonnaA diventa triste. E quando arriva il momento di andare via, i suoi occhi diventano lucidi e due grossi lacrimoni le scendono lungo le guance. È strano, perché lei non piange facendo rumore come faccio io quando sono arrabbiato perché voglio qualcosa e non me lo danno subito, o quando ho fame e devo aspettare per mangiare. No, lei piange un pochino, in silenzio, poi mi prende in braccio e inizia a darmi un milione di baci sulle guance. Sono baci così grandi che quasi quasi mi soffoca.

Poi mi saluta, e mi dice ci vediamo presto. E se ne va.

Un pensiero su “Anche i nonni piangono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *