A modo mio

A modo tuo
andrai
a modo tuo
camminerai e cadrai, ti alzerai
sempre a modo tuo
A modo tuo
vedrai
a modo tuo
dondolerai, salterai, cambierai
sempre a modo tuo

A modo mio

È bello, poter decidere. È bello, poter scegliere. È bello, sapere di poter fare. È bello, perché ti permette di decidere cosa fare. È bello, perché ti permette di scegliere dove andare. È bello, perché ti permette di imparare a fare.

Perché il mondo è un posto meraviglioso, da scoprire. Da esplorare, un pezzo dopo l’altro. In cui camminare, con le proprie gambe. In cui osservare, con i propri occhi. In cui sbagliare strada, e poi ritrovarla. In cui inciampare, e poi trovare una mano che ti aiuta ad alzarti.

Perché sono caduto tante volte, per imparare a camminare. Perché tante volte sono riuscito ad alzarmi da solo. Perché tante volte sono riuscito a trovare qualcosa a cui attaccarmi, per alzarmi da solo. Perché qualche volta ho avuto bisogno che qualcuno mi aiutasse, perché ad alzarmi da solo non ci sono riuscito.

Però ho imparato, a camminare da solo. E mi piace. Perché se cammini da solo sai che potrai cadere, ma sai anche che potrai decidere tu dove andare.

2 pensieri su “A modo mio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *