Saltare, rotolare, scivolare, strisciare

Saltare, rotolare, scivolare, strisciare

Saltare. Con i piedi per aria e il naso all’insù. Con le mani che toccano il cielo e la bocca spalancata. Con le braccia aperte come le ali di un uccello e le mani che è come se si volessero aggrappare per rimanere sospese. Con le gambe dritte dritte e con i piedi allungati per arrivare in cima al mondo. Con lo sguardo che cerca di scoprire le nuvole e la pelle che tocca l’aria. Saltare, saltare, e ancora saltare.

Continua a leggere

Come fare i biscotti di Natale, secondo me

Come fare i biscotti di Natale, secondo me

Farina, un po’. Zucchero, abbastanza. Burro, quello che serve. Uova, qualcuna. Burro, quello che basta. Ecco che cosa serve, per me, per fare i biscotti di Natale. Si prendono questi ingredienti, e tutti gli altri che possono servire per farli ancora più buoni, e li si mischia per benino. In una ciotola grande, si gira, si gira, si gira. Poi si guarda, si osserva, si controlla. E si assaggia.

Continua a leggere