#lodiceSofia: piccola nel letto grande

#lodiceSofia: piccola nel letto grandeAllunga il braccio vicino alla testa, metti la gamba sotto la pancia. Tira su il sedere. Poi, spingi. E da pancia in giù, te ne rotoli a pancia in su. Poi, tira su le gambe, e pure la braccia. E da su che sono, mettile di lato. Poi, arriva anche il sedere. E da pancia in su, ti trovi a pancia in giù. Poi vai avanti, e torna indietro. Metti i piedi da una parte, e la testa dall’altra.

Continua a leggere

#lodicelamamma: piccola donna


#lodicelamamma: piccola donna

E l’ho vista così, in quel vestito bianco con il colletto tondo, il corpetto a punto smock e il fiocco sul sedere, e quasi non riuscivo a crederci, che fosse lei. Con quegli occhi grandi grandi che ha sempre avuto, e che ora ti guardano fissi, e con quel meraviglioso sorriso sdentato che si apre su quelle guanciotte morbide, mi è sembrata grande. Grande come non mi aspettavo di vederla.

Continua a leggere

#lodiceilpapà: piccola donna

#lodiceilpapà: piccola donna

E l’ho vista così, in quel vestito bianco con il colletto tondo, il corpetto a punto smock e il fiocco sul sedere, e quasi non riuscivo a crederci, che fosse lei. Con quegli occhi grandi grandi che ha sempre avuto, e che ora ti guardano fissi, e con quel meraviglioso sorriso sdentato che si apre su quelle guanciotte morbide, mi è sembrata grande. Grande come non mi aspettavo di vederla.

Continua a leggere

Mare mare

mare, mare

Ci sono le barche, che ondeggiano piano piano. Una vicino all’altra, si avvicinano per poi allontanarsi. Si sfiorano, qualche volta si scontrano, e poi se ne vanno ognuna per la propria strada. Per poi toccarsi di nuovo.

Continua a leggere