Macchia e patacca

Macchia e patacca

E niente: provarci, io ci provo. Impegnarmi, mi impegno, pure. Mi siedo per bene con le gambe sotto il tavolo, la schiena dritta, le braccia vicino al piatto. Cucchiaio alla mano, bavaglino al collo. Eccomi, sono pronto. Infilo il cucchiaio nel piatto, apro la bocca, ed eccola lì, la macchia. In mezzo alla pancia.

Continua a leggere

101 cose che ti servono per una gita in montagna

101 cose che ti servono per una gita in montagna

Pannolino maglietta maglione calze pantaloni salopette stivali giacca sciarpa cappello guanti. E non ti scordare nulla, eh! Ché se non hai la maglietta infilata per benino nei pantaloni poi ti viene freddo alla pancia. E se non hai il maglione caldo poi ti viene il raffreddore. E se non hai gli stivali imbottiti ti gelano i piedi. E se non hai la sciarpa che ti gira intorno al collo poi ti scappa via la voce. E se non hai il cappello stai certo che ti viene male alle orecchie.

Continua a leggere

#lodicelamamma: madre di un figlio maschio

#lodicelamamma: madre di un figlio maschio

Ti guardo dormire, ascolto il tuo respiro. Ti accarezzo i capelli arruffati, ti bacio le guance morbide. Ti rimbocco piano le coperte. Mi allontano con lentezza. Tu dormi, e non ti accorgi, che io ti osservo. Cerco di scoprire cosa pensi, cosa immagini. Provo a capire quale sia la tua strada, la tua direzione. Io, e te: noi, uguali e diversi, che ci assomigliamo con quelle diversità che non potranno diventare simili mai.

Continua a leggere

Di quella volta che sono caduto dal letto

Di quella volta che sono caduto dal letto

Immagina: un materasso morbido su cui sdraiarsi, un cuscino soffice su cui appoggiare la testa, una coperta calda con cui riscaldarsi. Pensa: gli occhi si chiudono piano piano, le mani accarezzano il tuo orsetto preferito, le gambe si allungano nel letto. Ricorda: la musica dolce per addormentarsi, la lucina della nanna per fare i sogni belli. E poi, il pavimento.

Continua a leggere

Della spesa e di altre sventure

Della spesa e di altre sventure

Prendi il soldino per il carrello e mettilo nel buchetto. Tira forte forte per prendere il tuo carrello. La mamma spinge, Sofi dà le indicazioni, io guido. Eccoci, siamo pronti per fare la spesa. La lista con le cose da comprare? Non c’è. Le buste per mettere le cose che abbiamo comprato? Ce le siamo scordate. Beh, ma tanto lo sappiamo quali sono quelle due cose che dobbiamo comprare no?  E allora, iniziamo.

Continua a leggere